Bianco e nero digitale: ecco i trucchi del mestiere!

Viste le molte richieste che mi sono arrivate, in questo tutorial vedrò di insegnarvi qualche trucchetto su come ottenere delle foto in Bianco e Nero corpose e pepate!

Ovviamente il tutto và fatto in fase di post-produzione in quanto i sensori delle fotocamere digitali non sono in grado di acquisire immagini in BN. E questo per noi è un vantaggio perchè potremo regolare selettivamente sui vari colori le varie luminosità.

Ma bando alle ciance, vediamo come!

Abbiamo detto di voler ottenere foto in Bianco e Nero, giusto? Bene, la prima cosa che dobbiamo fare è tenere sotto controllo l’istogramma. Dobbiamo accertarci che tocchi sia la parte destra, sia la parte sinistra. Questo è importantissimo al fine di avere la più ampia gamma tonale nella foto, con una scala di grigi che spazia completamente tutti i toni dal Bianco al Nero appunto (Ansel Adams docet). Vediamo un esempio sotto.

Immagine originale:

Immagine originale a colori

Ora proviamo a convertire l’immagine in BN, semplicemente togliendo la saturazione, il risultato è questo:

Immagine desaturata

Che ad un occhio inesperto potrebbe anche piacere, ma aspettate e vedrete!

Questo è il relativo istogramma:

Istogramma originale

Guardando l’istogramma si nota come la parte destra sia molto schiacciata (assenza di luci) e il punto del nero non raggiunga il limite della curva. Questo si traduce in un’immagine piatta e “grigia”.

Regoliamo i livelli in modo da portare il punto del bianco e del nero verso il centro, e spostiamo il cursore dei toni medi a sinistra come mostrato sotto.

Istogramma modificato

Il risultato di questa operazione è:

Immagine con correzione livelli

Direi che è decisamente meglio e per chi non mastica troppo di Photoshop potrebbe già bastare. Ma io non sono ancora contento. Voglio ottenere di meglio!

Di seguito vi riporto una serie di metodi che permettono di avere un bianco e nero più corposo. Ogni immagine ha una storia a sè, ed è quindi bene procedere ogni volta in modo consapevole.

  • Mappa sfumatura: Il primo metodo che vediamo è l’aggiunta di un livello di regolazione “Mappa sfumatura”.
    Vi basterà semplicemente selezionarlo dalla palette dei livelli e vedrete già dei miglioramenti notevoli rispetto alla banale desaturazione. Accertatevi solo di avere come colore di primo piano il nero e come colore di sfondo il bianco.
  • Miscelatore canale: Selezioniamo dalla palette il livello “Miscelazione canale” e mettiamo la spunta su “monocromatico”, ora possiamo regolare a piacere la luminosità dei tre canali RGB per ottenere l’effetto che preferiamo. Questo metodo è particolarmente utile nel caso dei paesaggi dove possiamo regolare la luminosità del cielo e del paesaggio in base al colore. Inoltre mette a disposizione una serie di “preset” che permettono di simulare l’uso di filtri.
  • Curve di viraggio: Questo è il metodo che preferisco, ma è anche il più complesso. Partiamo col creare un livello di regolazione curve e sopra di questo applichiamo un livello di regolazione “Bianco e nero”. Fatto questo, lasciamo tutto di default nel livello “Bianco e nero” e agiamo sulle curve. Se saremo abili, potremo usufruire del vantaggio della regolazione indipendente sui tre canali RGB e in più potremo regolarne il contrasto.
  • Il metodo dei calcoli: Questo metodo è un metodo per pochi eletti e personalmente non mi sento di consigliarlo, in quanto non produce dei risultati così elevati nonostante la difficoltà richiesta. Ve ne parlo per vostra conoscenza. Dal menu “immagine” selezioniamo la voce “Calcoli”. A questo punto potremo fondere i canali di più livelli selezionando il metodo di fusione. Giocate un pò con le impostazioni, ma vi renderete conto da soli di come i metodi sopracitati siano molto più semplici ed efficaci.

Oltre a questi strumenti, che permettno interventi globali sull’immagine, esistono degli strumenti che permettono degli interventi localizzati. Vediamone un paio:

  • Scherma e brucia:Questi due strumenti sono fondamentali nella creazione di immagini in Bianco e Nero. Servono a schiarire e scurire selettivamente i toni presenti nell’immagine. Usiamo i seguenti parametri:Scherma, intervallo luci, esposizione 5%;
    Brucia, intervallo ombre, esposizione 5%;E passiamo alternativamente il pennello in modalità “scherma” sulle luci e “brucia” sulle ombre. Questo aumenterà il contrasto solo nella zona di interesse.
  • Maschere di livello: Sono lo strumento più efficace delle ultime versioni di Photoshop(vi consiglio di cercare uno dei molti tutorial presenti in rete per capire di cosa sto parlando). Queste permettono di parzializzare i vari livelli di regolazione a singole parti dell’immagine. Così facendo avremo la piena padronanza della conversione e i nostri risultati non tarderanno ad arrivare!

Ecco come avrei convertito l’immagine di prima, usando insieme i metodi appena descritti.. per vedere l’immagine solamente desaturata, e capire l’importanza di una buona conversione, passate il mouse sopra l’immagine.. 😉

Risultato finale

14 pensieri su “Bianco e nero digitale: ecco i trucchi del mestiere!

  1. Ciao, tutorial fatto bene ma mi sorge una domanda: il “troncare” l’istogramma come hai fatto nell’esempio qui, tagliando buona fetta dei bianchi e dei neri, lo fai sempre, spesso o “a gusto”?

  2. Ciao GianMaria, ti seguivo e ancora ti seguo sul forum Nital. Anche se adesso ti sei un po’ allontanato da noi Nikonisti. Ho visto i tuoi tutorial e sono molto interessanti per me (quasi tutti). Siccome non sono un grande esperto do PC (sono nato nel 1940) mi diresti come fare a scaricarli dal tuo sito per studiarmeli con calma senza la necessità di essere on-line? Grazie e scusa per il disturbo.

    Primo Morandini

    • Grazie mille Primo! 🙂
      Io quando voglio salvarmi qualcosa uso un programma free che si chiama pdf creator. Ti permette di creare pdf da pagine web ed è molto comodo nel tuo caso.. 😉

      Grazie ancora e a presto!

  3. Ciao Gianmaria, complimenti per il tuo blog ,il tuo articolo sul b&n rispecchia esattamente le regole che ho sempre saputo, ed applicato.
    Vorrei sapere cosa ne pensi dell’uscita sul mercato della nuova Leica M9 Monochrome, quindi macchina che scatta solo in b&n.
    Grazie Buonaserata

    • Cosa ne penso? Che sia una figata! 😀
      Feticismo a parte, ho visto i sample su internet e i files son davvero eccelsi.. inoltre, a parte la qualità della macchina, è proprio l’approccio diverso che la rende stupenda.. 😉

  4. Pingback: Conversione Bianco e Nero Digitale [2.0] | Gianmaria Veronese Ph*

  5. Ciao Gianmaria, bravo, interessante documento su un tema a me molto caro… purtroppo non riesco ad aprire le immagini associate al tutorial… si può fare qualcosa? …un grazie grandangolare!! 😉

I commenti sono chiusi.