Come fare a capire se i liquidi sono ancora buoni?

Girovagando in rete qua e là, mi sono imbattuto in un sito segnalatomi dal buon ZoSo74, sul quale vengono riportati questi “sgami della nonna” per capire se i liquidi siano ancora buoni o meno.

Innanzitutto, perchè è importante controllare il buono stato dei liquidi?

Semplicemente perchè è inutile stare a ricercare la sequenza ottimale in fase di sviluppo, misurando le varie temperature dei liquidi al centimillesimo di grado e contando i secondi in stile cronometristi F1, se a monte di tutto abbiamo dei liquidi che non lavorano nel modo in cui ci aspettiamo.

Un altro buon motivo per cui è importante sapere se i liquidi sono ancora buoni è puramente economico. Quante volte buttiamo un liquido solo per la paura che sia andato a male, quando in realtà non lo è? Questo si traduce in un “danno” economico che, io per primo, mi risparmierei volentieri… 😉

Veniamo quindi al dunque e vediamo come eseguire due test semplici semplici sui liquidi..

Per il liquido di sviluppo si fà la prova della goccia. (ATTENZIONE: non significa riuscire a bersi un bicchiere di chupito in un sorso solo!)

  1. Tagliamo una coda della pellicola prima di chiudere il film nella tank;
  2. Prepariamo il liquido di sviluppo diluito come indicato dalle varie case produttrici;
  3. Versiamo una goccia di liquido sulla pellicola;
  4. Cronometriamo il tempo che passa tra quando la goccia tocca la pellicola e quando la zona bagnata dalla goccia diventa dello stesso colore della zona asciutta adiacente;
  5. Moltiplichiamo questo tempo per 17;

(Tutto questo possiamo farlo in luce ambiente eh! 🙂 )

Il risultato ottenuto è il tempo di sviluppo alla sensibilità effettiva. (Paroloni!) Confrontiamo questo tempo con il tempo di sviluppo indicato dal produttore del rivelatore per la pellicola in uso.

Se i due tempi sono simili, il rivelatore è buono. Se i tempi sono diversi, buttiamo il tutto!

Per il fissaggio invece..

  1. Prendiamo l’altra coda della pellicola, come al punto 1 del rivelatore;
  2. Immergiamola completamente nella soluzione fissante e teniamola immersa fino a quando la pellicola non diventa completamente trasparente;
  3. Cronometriamo il tempo che passa tra l’immersione e quando la pellicola è diventata trasparente

Se questo tempo è inferiore a 1 minuto, il liquido è buono. Altrimenti buttiamo via il tutto!

E’ buona norma eseguire questa prova spesso e, man mano che il tempo si avvicina a 1 minuto, fissiamo il negativo per un tempo che si avvicina a quello maggiore indicato dai produttori. Per esempio Ilford consiglia per il fissaggio con Rapid Fixer un tempo compreso tra 2 e 5 minuti. Se la prova ci dà tempi che si avvicinano a 1 minuto, fissiamo per tempi più prossimi a 5 minuti. In caso di liquido nuovo usiamo un tempo intermedio di 3-4 minuti circa.

Direi che questi due test sono molto semplici e consiglio vivamente a tutti di farli regolarmente per evitare spiacevoli sorprese! 😉

Un pensiero su “Come fare a capire se i liquidi sono ancora buoni?

  1. Pingback: Inspiring tecniques | Pearltrees

I commenti sono chiusi.