Nikon VS Canon… dico la mia!

E’ solo da un paio d’anni che bazzico nel mondo della fotografia, ma la mia curiosità e la voglia di provare sempre cose nuove ha fatto sì che io abbia avuto tra le mani un buon numero di corredi di vari marchi e formati.. tra questi i più usati sono stati sicuramente Canon e Nikon (tralasciando Leica, Mamiya e Hasselblad).. Siccome il mio amico Francesco mi ha chiesto di scrivere un post sullo scottante topic Nikon VS Canon, beh eccomi qua!

E’ innegabile che tra un marchio e l’altro vi siano differenze.. anzi, in molti casi i due brand sono totalmente complementari e quindi differenti (vedi risoluzione).. però mettersi a comparare corpi da oltre duemila euro con prove quantomeno bizzarre è, secondo me, assurdo! La fascia professionale dei due brand è qualitativamente equivalente all’atto pratico.. non ho mai sentito nessun professionista lamentarsi di una D700 o di una 5DmkII (figuriamoci della serie superiore).. e nemmeno io mi sogno di farlo.. la vera differenza in ambito professionale sta nel feeling che uno trova con il corpo macchina e da fattori secondari tipo assistenza clienti etc..

Quando sento gente che parla di difetti o pregi senza avere esperienza diretta a riguardo sorrido.. sorrido perchè la maggior parte delle volte è gente che usa la macchina per fare foto nella gita domenicale e riesce a trovare difetti assurdi in condizioni di scatto normalissime.. gente che pensa solo a fare test improbabili e non a scattare.. gente che le foto non le stampa, ma le ingrandisce a monitor al 16’000% credendosi un protagonista di CSI.. gente che è solo capace di dare la colpa alla macchina fotografica per le foto oscene che tira fuori, quando il vero problema è dietro l’obiettivo e non davanti..

In tutti i miei cambi di corredo ho imparato che cambiare brand non fà fare foto migliori come ci si aspetterebbe.. ho imparato che è molto meglio investire su ottiche buone.. ho imparato che le ottiche buone le fanno entrambi i brand.. ho imparato che cambiare brand è economicamente svantaggioso.. non ho invece mai imparato a scattare meglio, ma ho solo perso tempo che avrei potuto dedicare a fare fotografie.. ne è valsa quindi la pena? Non lo so.. conoscendomi è stata una cosa inevitabile.. devo provare tutto prima di decidermi..

Per la cronaca ho preferito tornare in casa Nikon.. non perchè la reputi migliore di Canon (anche perchè non lo è e non è nemmeno peggiore eh!).. ma solo perchè ho sempre avuto una FM2 a pellicola e un paio di ottiche manuali a cui davvero non avrei potuto rinunciare..

My love

Quindi, se posso darvi un consiglio.. quando venite presi dalla classica smania da Camera Porn, fatevi un serio esame di coscienza e chiedetevi: “Se avessi quella macchina/lente farei davvero foto migliori??”.. Io me lo chiedo spesso, ma la risposta è sempre NO! 🙂 Quindi ultimamente preferisco dedicarmi a progetti fotografici con quel che ho e non pensare a quel che non ho.. 😉

7 pensieri su “Nikon VS Canon… dico la mia!

  1. Assolutamente d’accordo, anche io sono stato spesso vittima dell’acquisto compulsivo, tornando indietro mi rendo conto che i miei piccoli passi in avanti li ho fatti perchè ho imparato a scattare in modo diverso.
    L’attrezzatura è importante ma la differenza come dici tu la fa il fotografo, c’è poco da fare.

  2. Confermo e condivido.
    Scattare una fotografia è come scrivere una poesia…. a volte è indescrivibile.

  3. Concordo, la mania di comprare fotocamere e corredi differenti è dispersiva., però sarebbe un bel passatempo! Anche io soffro spesso di acquisti compulsivi, fortunatamente non posso permettermelo quindi mi limito ad acquistare ottiche sempre dello stesso brand. Quando mi innamoro di una fotocamera, scatteri anche senza rullino o scheda sd…. trovo sicuramente più gratificante la pratica che il risultato finale.
    Ciao Matteo

  4. Credo che il tutto sia riconducibile alla mentalità da tifoso che caratterizza la maggior parte della gente: la mia squadra è meglio della tua, il partito per cui voto è meglio di quello per cui voti tu, il mio Dio ce l’ha più grosso del tuo, ecc. Il tutto, molto spesso, al di là delle caratteristiche del soggetto che si difende/attacca, è una vera e propria fede a cui si crede ciecamente.
    Lascerei che questa gente continui ad azzuffarsi, nel frattempo noi fotografiamo.

  5. Ciao Gianmaria,
    mi imbatto in queste tue considerazioni di qualche tempo fa; condivido quello che esponi, rafforzato dalle tue esplorazioni personali tra le varie attrezzature. Alla fine hai fatto una scelta, motivandola. Per chi invece non ha, come il sottoscritto, la possibilità nè l’intenzione di sperimentare cambi di brand, e trascurando per un momento le abilità o le lacune di chi sta dietro il mirino, come descriveresti, ammesso che ci siano, gli esiti provenienti da accoppiate di sensori e lenti delle due parti? Da un punto di vista del cromatismo, della sua corrispondenza alla realtà, delle transizioni ecc. Se non ricordo male hai avuto anche gli 1,2 serie L.
    Un cordiale saluto

    • Difficile dare un giudizio oggettivo.. con materiale ad alti livelli diciamo che tutti si equivalgono ed entrano in ballo altri fattori come feeling, preferenze e, perché no, affezioni.. il tutto è complicato dal fatto che ogni casa magari è migliore in determinate ottiche e peggiore in altre.. io personalmente credo che ognuno debba, a prescindere da tutto, pensare di più a coltivarsi una cultura fotografica.. una volta che si ha la giusta sensibilità, qualsiasi lente va bene.. basti pensare ai fotografi del passato.. ancora oggi le loro foto sono delle icone.. e le hanno scattate con delle macchine che oggi, al solo pensiero, a molti farebbero ridere..

      So di avere in qualche modo schivato la tua domanda, ma davvero è troppo difficile rispondere.. se proprio dovessi darti una risposta direi che oggi come oggi, per quanto riguarda le lenti, al primo posto metterei zeiss, poi nikon, poi sigma e infine canon.. mentre come corpi direi che oggi la D800/D800e è il riferimento da battere.. 😉

      • I giudizi non possono mai essere oggettivi 🙂 Ricordo ancora una lezione di un artista tedesco che, seccato dalle domande sulle apparecchiature utilizzate, alla fine sbottò con qualcosa del genere: le vedete queste? Sono state scattate con una Kodak a pellicola usa e getta. E penso che non stesse prendendo in giro i suoi interlocutori. Per cui sono d’accordo sulla cultura fotografica, anche se per un autodidatta il cammino è piuttosto in salita.
        La mia curiosità era legata più che altro alle tonalità dei superluminosi Canon, che ho l’impressione abbiano una resa più gradevole dei similari 1,4 Nikon. La tua collocazione al 4° posto, dopo Sigma, direi che è eloquente, altro che schivata :-). A propostito, la D800 come si comporta da questo punto di vista? Ho solo qualche file di prova con una modella, ma non sono riuscito per quel poco che ho provato a trovare una regolazione che mi desse una riproduzione convincente dell’incarnato, nemmeno in post.
        Grazie per le gentili risposte.

I commenti sono chiusi.