La ripresa dall’alto nella fotografia di ritratto

Qualche giorno fa ho avuto il piacere di scattare qualche foto a una mia amica.. una semplice ragazza che diceva di non andare molto d’accordo con l’obiettivo, tanto che mi disse di avere l’onore di essere il primo a ritrarla in maniera seria.. insomma, il tipico soggetto che mi stimola la creatività.. non la solita modella che esce bene al primo colpo..

Dopo qualche scatto iniziale per rompere il ghiaccio, ho cominciato a rubarle delle foto tra le varie pose che le chiedevo di fare.. anche se, a dir la verità, non ero minimamente interessato alle pose in sè.. troppo rigide e forzate, come è normale che sia per un soggetto non abituato.. molto meglio rubare quelle frazioni di secondo in cui il soggetto mostra il suo lato reale..

In tutto ciò, ho prediletto le riprese dall’alto, che ho scelto per due motivi:

  1. Includere nello sfondo l’erba con il suo sfocato molto particolare..
  2. Creare questo senso di attrazione verso l’immagine.. come se ci stessimo cadendo dentro.. sensazione data proprio dal fatto che l’osservatore percepisce di stare guardando dall’alto in basso..
Detto questo, spero di avervi dato qualche spunto per i vostri ritratti..
Come vedete non serve granché per fare qualche foto interessante.. queste foto sono state fatte senza un minimo di preparazione e senza nessun tipo di accessorio.. solo io, lei e il 50mm.. basta..

Ma ora basta teorizzare ed ecco le immagini.. 🙂

Interior peace

A simple girl

Voglio inoltre rendervi partecipi di un commento che mi è stato fatto alla seconda foto.. da una persona che stimo molto per la sua precisione nelle analisi delle fotografie.. usa il nick Aerre, e fa parte dello staff di photo4u.it.. eccolo:

“E’ proprio nel punto di ripresa particolarmente alto che si gioca tuta la dinamica espressiva del ritratto.
La ragazza alza il viso …punta lo sguardo diritto in camera …e lo fa con un atteggiamento consapevole in bilico tra complicità e sorpresa.

Bello ….bellissimo quello sguardo diretto, coinvolgente e partecipe sopra un sorriso di divertito stupore come di chi viene colto all’improvviso, mentre la mano gioca tra le punte dei capelli …come di chi indugia in un “fare” del corpo di …”consapevole imbarazzo” ed il viso inclina di lato in atteggiamento di dolcissima complicità.

Ed è in questa immediatezza, …in questo senso di fresca e vera spontaneità che si consuma il registro narrativo di un ritratto che coinvolge e rende partecipi di un’atmosfera che si fa presto intima e privata.

La composizione non poteva che assecondare la scelta di questo angolo di ripresa così alto, nel definire un impianto squisitamente centrale, tutto raccolto attorno all’espressività della splendida ragazza e persino la vignettatura che pare ricreare l’effetto di cerchi d’acqua che si allontanano da un punto centrale, ha gran gioco nello sprigionare tutto intorno la forza espressiva del ritratto.

La messa a fuoco selettiva infatti è perfetta per congelare e sottolineare la forza dello sguardo mentre tutto il resto ….sembra sgranarsi, …impastarsi in una sorta di nervoso micromosso che sprigiona tutta la tensione emotiva del ritratto che proprio su questo strano contrasto tra la nitida definizione dei lineamenti del volto ed il nervoso grafismo del resto dell’impaginato figurativo gioca parte della sua forza.

Il bianco nero è luminoso …ricco di contrasto nel duettare di chiari e scuri che dialogano in un serrato chiaroscuro tagliente …nervoso …ma di pregevole pienezza.”

Aggiungo anche un’altra foto della stessa giornata.. un normale controluce in cui il punto di ripresa è allo stesso livello degli occhi del soggetto.. la sensazione di immediatezza c’è lo stesso, ma non si percepisce la stessa attrazione.. vedere per credere 😉

Touching her soul

In ogni caso un BRAVA a Francesca per la sua prima esperienza dall’esito molto positivo! 🙂

5 pensieri su “La ripresa dall’alto nella fotografia di ritratto

  1. Per dei ritratti così ci vuole, il 50, la modella, e il Giamma (sottolineo il Giamma).
    Hai talento, poche foto ma significative. Un esempio della vecchia buona fotografia. Bravo 😉

    E

  2. Bellissime foto! Sto scrivendo un pezzo sul ritratto dall’alto per il blog di Aerialclick. Metterò un link a questo tuo articolo, se non ti dispiace.
    Ad maiora.

I commenti sono chiusi.