Auf wiedersehen M9

Eh già.. dopo tanto averla osannata ho detto addio alla mia Leica M9.. su facebook, all’annuncio di “Auf wiedersehen M9”, ho ricevuto un sacco di messaggi ai quali mi sento in dovere di dare delle risposte.. ebbene, eccole..

La M9 è una macchina fantastica, ma capricciosa.. ha bisogno di essere coccolata e capita.. non è una punta e scatta, richiede impegno e cervello.. riesce a trasformare i propri limiti in pregi, dando un approccio alla fotografia essenziale.. quasi viscerale.. solo pochi tasti a cui pensare, senza dover correre dietro a mille parametri da impostare.. insomma, non mi rimangerò una sola parola di elogio che ho scritto in precedenza..

Con lei ho viaggiato e scattato molto.. i miei scatti più belli li devo a lei e non sputerò nel piatto in cui ho mangiato..

So tired

Ma, allora, perchè averla venduta? Perchè avervici rinunciato?

Perché purtroppo la M9 è il complemento perfetto a un corredo reflex, ma non riesce a sostituirlo.. ultimamente le occasioni in cui non riuscivo a scattare per i limiti della M9 stavano cominciando a diventare troppe e ho capito che una cara vecchia reflex era ciò di cui avevo l’esigenza.. Non posso permettermi un doppio corredo digitale e, avendo a disposizione già una M6, ho preferito sacrificare l’M9 per una reflex e mantenere il telemetro solo per la fotografia analogica.. Mi sono detto “se deve essere essenziale, che lo sia fino in fondo”.. insomma, addio M9 si, ma addio Leica NO.. 🙂

Ora la domanda a cui molti stanno cercando di darsi risposta è “che reflex ho preso”? Non ve lo dico.. sarete voi a dirmelo.. e poi capirete il perchè.. 😉

Buona serata!!

8 pensieri su “Auf wiedersehen M9

  1. Quando ho letto quella cosa su Facebook non riuscivo a capire…
    Adesso mi rendo conto che quella di salutare la tua M9 è una scelta da fotografo maturo, che riesce ad andare oltre il marchio e a SENTIRE la fotografia!
    Ti sei dimostrato un fuoriclasse anche in questa scelta!
    Qualsiasi sia la reflex che hai scelto per questo nuovo cammino, sono sicuro che ne tirerai fuori cose eccellenti!
    Buona luce, Giamma!

  2. quindi come analogico hai solo la M6 , hai dato via anche la Hasselblad e se ricordo bene la Fm2?

  3. Leica è solo un nome….devi usare ciò con cui ti trovi bene, purtroppo la macchina perfetta non esiste, esistono solo mezzi perfetti per ciascuno di noi, ed inoltre nel tempo le cose a volte cambiano. Io trovo che con le nuove M molta magia si sia persa ma è un discorso anche inutile, in fondo.

    Ciao!

    • Eh, tra D800 e M9 in termini di sensore c’è un abisso.. su tutti i fronti ISO/Colore/Gamma etc.. Ma sarebbe un confronto un pò strampalato.. tra le due ci sono anni di differenza e un approccio completamente diverso, a partire dalla scelta CMOS/CCD.. c’è da dire che ciò che ti permette la M9 in street, nessun altra macchina formato pieno ti permette di farlo.. quindi se ne hai necessità è una scelta obbligata.. ora con la nuova M il divario si sarà sicuramente ridotto, ma staremo a vedere! 😉

  4. Anch’io ho venduto recentemente la mia M9 con corredo di obiettivi e accessori.
    In parte il motivo è lo stesso che ti ha spinto a vendere la tua. In più c’è il fatto che la mia M9 si è rotta più volte in 4 anni e per ben 2 volte l’ho dovuta mandare a Solm (fabbrica) per farla riparare. Atteso settimane, mai pagato nulla, ma l’affidabilità del marchio emerge come negativa. E, come ben sanno i fotografi, non c’è nulla di peggio che avere un soggetto da immortalare in condizioni ottime con una camera fotografica eccezionale ma non funzionante.
    Mi consola il fatto che ho perso poco dell’investito poiché il marchio Leica è un brand di qualità (SIC) che ha un mercato dell’usato vasto, composto da collezionisti (ma saranno anche fotografi?) in grado di spendere e con voglia di possedere.

I commenti sono chiusi.