Quando stampare diventa un’esigenza

Anni fa, quando si tornava dalle ferie, la prima cosa che bisognava fare era portare i rullini dal fotografo per farseli stampare.. fino a quando le foto non erano su carta era come se ancora non fossero fotografie.. insomma, la stampa permetteva alle foto di esistere ed era quindi necessaria.. risultato? Cassetti pieni di album di fotografie che di tanto in tanto era carino sfogliare..

Oggi, quando si torna dalle ferie, le foto vengono scaricate in qualche cartella del computer, oppure addirittura imprigionate nella scheda e visualizzate attraverso i penosi schermi LCD delle nostre compattine.. nella migliore delle ipotesi, pubblicate su facebook o su Flickr.. la stampa, nella maggior parte dei casi, non esiste piu’.. la foto non rimane altro che una lunga sequenza di 1 e 0 sotto forma di file..

Se 20 anni fa ci avessero anticipato come sarebbe stato il futuro, probabilmente nessuno ci avrebbe creduto.. eppure eccoci qua..

Anche io ho sempre fatto cosi’.. scatto, post-produzione, pubblicazione sul web, archivio.. pero’, alla lunga, mi e’ venuta come la sensazione che queste fotografie non siano mai state scattate.. mi e’ nata dentro quindi l’esigenza di stampare.. di toccare le fotografie che scatto.. di vederle su carta e non attraverso i pixel di un monitor..

Beh, direte voi, semplice, basta prendersi la briga di tanto in tanto di andare a farsele stampare.. vero, verissimo.. tanto semplice, che nessuno lo fa piu’.. vuoi per pigrizia, vuoi per una serie di motivi, ma nonostante sia cosi’ semplice, non lo faccio.. allora mi son detto “Beh, se avessi una stampante a casa, potrei farlo da me.. e inoltre potrei prendere al balzo l’occasione per imparare qualcosa di nuovo..”.. detto, fatto.. un mesetto fa ho ordinato la mia prima stampante fotografica, una Epson R3000! Mi son lanciato in questa “avventura” nella speranza di crescere a livello fotografico e di imparare qualcosa 🙂

Ormai le ferie sono alle porte, ma da settembre ci daro’ dentro.. spero di potervi dare buon notizie nei prossimi mesi 😀

Tanti auguri a me :)

6 pensieri su “Quando stampare diventa un’esigenza

  1. Carissimo,
    ho una ventina d’anni più di te e sono incuriositissimo.
    Domani parto per una vacanzina tranquilla e il tema è quello di ritirare fuori la mia vecchia Hasselblad (si faccio anche io parte delle persone fortunate cui regalarono un’Hassel) e riprendere un’attività di quando ero al liceo: sviluppo b/n.
    Non ricordo assolutamente nulla e ho digitato un generico “sviluppo bianco e nero ilford” (ho ordinato del materiale in internet perché non trovo più i miei vecchi oggetti).
    Scoprire un sito che risponde – credo, scrivo prima di leggere ! – a quel che chiedo, che comincia con un’Hassel, FP4 e chimici Ilford … poi fatto da un laureato dalla mia stessa università (io dall’altra parte di via Bonardi) mi mette proprio di buon umore.
    Chissà se dal pellicolone uscirà qualcosa di simpatico !
    Grazie comunque del buonumore che mi hai provocato. Buona fortuna e buon lavoro.
    Romeo

  2. Io stampo con la R2880 da quasi 4 anni: le soddisfazioni della stampa fine art sono tantissime ma occhio alla carta: riveste un ruolo fondamentale.

    Io uso la Hahnemuhle Fine Art Baryta 325 e la Hahnemuhle Fine Art Photo Rag: costano parecchio ma sono il top al mondo per quanto riguarda le carte fine art.

  3. Ciao,
    io ho provato più volte a stamparmi le foto in casa ma purtroppo oltre la stampante e la carta adatta ci vuole anche un calibratore per il monitor altrimenti le foto come le si vedono a monitor sarà praticamente impossibile averle stampate!

    • Ciao Giulio, si il calibratore è fondamentale, ma ancora meglio sarebbe avere uno spettrofotometro. Io uso il colormunki photo. Calibri monitor e stampante per risultati ottimali. 😉

  4. Dopo aver seguito le tue orme (e le tue utilissime guide) nel medio formato analogico, nello sviluppo in casa del B&N e dopo essermi fatto una mia piccola camera oscura …sono curioso di news sulla stampa fine art digitale. E’ un argomento che mi interessa molto e il desiderio di una epson r3000 o di una canon pro1 e’ veramente alle stelle!

    Spero che presto ci delizierai con qualche tutorial/consiglio su questo fantastico (e tuttaltro che economico) ambito!!

I commenti sono chiusi.